Si può affermare che in ogni fase della vita di un cane è necessario adattare uno specifico schema dietetico, in grado di apportare un adeguato contenuto calorico, senza causare incrementi ponderali.

Sia i cani anziani che quelli in sovrappeso necessitano di un regime alimentare pensato appositamente per il mantenimento di uno stile di vita adeguato alle loro esigenze.

Di solito questi esemplari necessitano di un fabbisogno calorico minore e di un apporto proteico più cospicuo; in generale, questi regimi dietetici sono denominati weight control e vengono formulati appositamente perché i cani si sentano sazi.

Una corporatura snella e longilinea è sinonimo di buona salute e protegge l’animale dall’insorgenza di numerose malattie.

Leggi anche: Quando dovrei chiamare un veterinario?

Alimentazione consigliata per cani anziani

Quando i cani raggiungono la terza età, il loro metabolismo cambia drasticamente, così come le esigenze nutrizionali che li caratterizzano: gli animali più anziani sono infatti particolarmente inclini alla sedentarietà e di conseguenza possono presentare diversi tipi di disturbi, tra cui artrite, disfunzioni renali e alterazioni dell’apparato cardiocircolatorio.

A seconda della razza e della costituzione, i soggetti in età geriatrica richiedono una dieta personalizzata, che deve tenere conto anche di eventuali disturbi metabolici (dismetabolismi).

Utilizzando mangimi Fish4dogs weight control, alimenti completamente a base di pesce e quindi ricchi di minerali, vitamine e acidi grassi monoinsaturi omega 3 e omega 6, si ha la certezza di offrire al cane anziano un nutrimento adeguato alle sue necessità.

Il profilo nutrizionale ottimale per animali senior prevede l’assunzione di principi attivi ben bilanciati, vari e formulati con materie prime di ottima qualità.

I mangimi per cani anziani devono contenere una minore concentrazione di grassi per prevenire l’insorgenza di sovrappeso e privilegiare il contenuto proteico per incentivare la massa muscolare.

Inoltre questi prodotti devono includere un notevole quantitativo di antiossidanti, che contribuiscono a rallentare l’invecchiamento cerebrale, prevenendo i mutamenti cognitivi dell’animale anziano.

Nei mangimi a base di pesce sono presenti elevate concentrazioni di antiossidanti, che diminuiscono il livello di radicali liberi circolanti, rallentando quindi i processi di invecchiamento.

Le vitamine, abbondantemente riscontrabili negli alimenti a base di pesce, servono per sostenere lo scheletro e le articolazioni, che nel cane anziano risultano deficitarie.

Nel cane anziano si riscontrano le seguenti caratteristiche:

  • progressiva perdita di energia;
  • rallentamento dell’attività metabolica;
  • alterazione dell’attività gastro-intestinale;
  • aumento della massa grassa e tendenza al sovrappeso;
  • disfunzionalità dell’apparato osteo-articolare;
  • possibile insorgenza di diabete.

Di norma si ritiene che un cane passi dall’età adulta a quella anziana tra i sette e i dieci anni di vita ed è proprio in questo periodo che l’animale deve seguire uno specifico regime alimentare.

Leggi anche: Come leggere le etichette del Pet food

Regime alimentare indicato per i cani in sovrappeso

L’aumento di peso nel cane può essere dovuto a varie cause, tra cui la sedentarietà, la sterilizzazione o i cambiamenti dello stile di vita. Una delle condizioni più gravi e anche più frequenti che possono mettere a rischio la salute dei cani è rappresentata dall’obesità. 

Si tratta di una condizione estremamente pericolosa in quanto responsabile dell’insorgenza di patologie cardiache, renali, pancreatiche ed epatiche.

A parte casi limite in cui tale situazione non è risolvibile a causa di patologie pregresse, il cane in sovrappeso può sempre essere curato modificando adeguatamente la sua alimentazione. 

Il criterio discriminante per capire se effettivamente un cane è grasso prevede la palpazione delle costole, che, qualora non siano chiaramente avvertibili sotto al mantello, rappresentano in indicatore di obesità.

Esiste un indice, chiamato body condition score, secondo cui i veterinari classificano la costituzione del cane prendendo in considerazione una serie di fattori tra cui il peso metabolico del cane, la sua energia di mantenimento e lo stile di vita.

Nell’alimentazione del cane tendente all’obesità è necessario controllare quattro fattori, che sono:

  • lipidi (grassi), devono essere eliminati dalla dieta incentivando il consumo di pesce magro, che ne contiene quantitativi molto limitati;
  • proteine, il cui quantitativo deve essere abbastanza cospicuo in quanto non si accumulano nei tessuti ma soltanto a livello muscolare;
  • carboidrati, che vanno limitati il più possibile poiché altrimenti si accumulano nel fegato per essere convertiti in grassi e quindi depositati nel tessuto adiposo;
  • fibre, sono indispensabili nella dieta di un cane in sovrappeso poiché non venendo digerite contribuiscono a saziare l’animale, stimolando il transito intestinale e quindi ottimizzando la funzione evacuatoria.

I mangimi a base di pesce, particolarmente indicati per i cani anziani e sovrappeso, sono in grado di apportare il giusto quantitativo di elementi nutritivi senza aumentare le calorie.

I mangimi prodotti da Fish4dogs sono formulati unicamente a base di pesce, senza l’aggiunta di glutine, cereali o grano, e quindi possono essere utilizzati anche da esemplari con allergie o intolleranze alimentari.

Molti nutrizionisti si trovano d’accordo sui numerosi benefici derivanti dall’impiego del pesce nell’alimentazione del cane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here